Tag

, ,

20140402-004117.jpg

La Pasqua si avvicina e quest’anno non mi troverà impreparata, dalle mie parti oltre alle intramontabili colombe e uova pasquali, non è pasqua se a tavola non c’è la Pizza di Pasqua, si fanno 2 versioni, una dolce, questa appunto, ed una salata al formaggio (a breve su questi schermi in una veste tutt’altro che tradizionale).

Per dirla tutta, da bambina non andavo matta per questa pizza, che di pizza non ha niente, ma si avvicina più ad una brioche, non capivo perchè tutti impazzissero per prepararla, ma dal momento che lasciavano così a me tutto il cioccolato dell’uovo, in fondo mi andava più che bene.

Mi piaceva vederla nella credenza però, con tutti quegli zuccherini colorati che si mescolavano alle carte luccicose delle uova, a fine pasqua poi si trasformava costantemente in una zuppa inglese farcita con la cioccolata avanzata delle uova, perchè in cucina non si butta via niente!

Ahimè con il passare del tempo, si sa, i gusti maturano ed ora anche io come mio nonno corro per avere la mia fetta di pizza di pasqua da mangiare sola o ancora meglio con un bel pezzo di cioccolato.

Questa è la versione della mia nonna, con l’unica differenza che in questa ho deciso di ridurre di molto il lievito e i tempi di lievitazione, ve la regalo per la Pasqua, con largo anticipo così avete tutto il tempo di prepararla, magari con questa fantastica farina Manitoba della linea QB che il Molino Grassi ci ha messo a disposizione per il suo Contest!

20140402-004133.jpg

Per circa 2 Stampi da 22 cm vi serviranno:

35 g Rum
5 Alchermes
5 g di Rosolio
2 Uova
250 ml Latte
1 Stecca di Cannella
600 g Farina Manitoba QBMolino Grassi
350 Zucchero Semolato
70 g olio (mia nonna usava il Burro)
20 g di Lievito di Birra

Per guarnire:
1 uovo
2 Cucchiai di Latte
Zuccherini colorati

Cominciate mettendo il latte a scaldare in un pentolino con la stecca della cannella, portatelo a bollore e poi spegnete e lasciate freddare, solo quando sarà freddo togliete la cannella e scioglieteci il lievito (mi raccomando il latte dovrà essere a temperatura ambiente e non caldo).

Nella planetaria (o in una bacinella se impastate a mano) mettete la farina, lo zucchero e aggiungete il latte, cominciate ad impastare, aggiungete poco per volta le uova (fate assorbire il primo e solo dopo aggiungete il secondo), infine aggiungete l’olio e i liquori, impastate ancora per qualche minuto fino ad avere una massa soda ma elastica.

Ungete gli stampi (mia nonna ed anche io utilizzava gli stampi dei panettoni), dividete in due l’impasto e mettete a lievitare direttamente negli stampi unti, coprite con un panno e mettete a lievitare in forno fino al raddoppio del volume.

Sbattete l’uovo ed il latte e spennellate la superficie delle pizze, cospargete con gli zuccherini colorati ed infornate a 180 °C (preriscaldate il forno) per circa 30/40 minuti (fate comunque la prova stecchino).

Per la cottura dovrete avere un’unica accortezza, quella di mettere una pentola con dell’acqua alla base del forno.

Provatela e fatemi sapere cosa ne pensate!

20140402-004109.jpg

 

Con Questa Ricetta Partecipo al Contest di Molino Grassi

contest molino grassi

 

“Questa ricetta partecipa alla raccolta di Ricette Pasticcione sul tema Pasquale

Raccolta pasqua apprendisti pasticcioni

Annunci