Tag

, , ,


Curiosando tra i vari blog di cucina continuavo ad imbattermi nei Macarons, ne ho visti di tutti i colori, sapori, leggevo commenti spaventati (alcuni addirittura terrorizzati!) dalla preparazione di questi dolcetti, non riuscivo proprio a capire cos’è che spingeva tutti verso questi Macarons, così qualche giorno fa ho deciso di provarli anche io per scoprire il loro segreto e…una volta assaggiati tutto mi è stato chiaro, sono semplicemente Buonissimi!!!

Per iniziarmi al mondo dei macarons ho deciso di seguire la ricetta di Luca Montersino (tratta dal suo libro: Peccati al cioccolato) ve la riporto così come è (io ne ho fatta mezza dose e sono venuti circa 30 macarons):

Per circa 50 pezzi vi serviranno:

100 g di Massa di Cacao (o più comunemente cioccolato Fondente)

200 g di Farina di Mandorle

100 g di Farina di Nocciole

300  di Zucchero a Velo

100 g di Albumi

1 g di colore Rosso (idrosolubile)

Per la Meringa italiana:

300 gdi Zucchero

80  di acqua

120 g di Albumi

Per il Ripieno dei Macarons:

300 g di crema Gianduia Spalmabile (ricordate la Pseudo-Nutella postata qualche tempo fa? io ho usato quella, ottimo risultato!)

Setacciate le 2 farine con lo zucchero a velo. dovete ottenere una polvere finissima quasi impalpabile, è un’operazione indispensabile per la buona riuscita dei Macarons!

Unite poi alla polvere ottenuta il colorante e mescolate bene fino ad ottenere una pasta di mandorle molto liscia.

Preparate la meringa italiana: fate cuocere acqua e zucchero fino ad arrivare ad una temperatura di 118 °C e nel frattempo  cominciate a montare gli albumi, vessate il composto di acqua e zucchero sugli albumi e continuate a montare fino a quando il composto non è tiepido.

Mescolate la meringa con la pasta di mandorle (facendo attenzione a non smontare i composti) e poi unire il cioccolato fondente fuso.

Mettete il composto ottenuto in una sac à poche, foderate una teglia di carta forno e formate delle forme grandi come monete.

Lasciate ora che facciano la crosta a tempera ambiente per 3 ore circa, dopodiché  infornate a 170 °C per 10 minuti circa.

Laciateli raffreddare  bene sulla carta da forno e poi, una volta freddi, farciteli con la crema gianduia, accoppiateli a due a due e…Mangiate!

Scoprirete che valgono veramente tutta la pazienza che ci avete messo per farli!!!

La prossima volta voglio provarli con il caramello al burro salato…vi farò sapere!

Consiglio della Pepper: se non trovate la farina di mandorle o nocciole potete prendere lo stesso quantitativo che la ricetta chiede di nocciole o mandorle, congelatele, e poi tritatele finemente, otterrete così la farina (se non le congelaste, invece della farina otteneste la pasta di mandorle e nocciole, perché i frutti tirerebbero fuori il loro olio).

Annunci