Tag

, ,

Ieri al Supermercato mi sono imbattuta in un pacco di farina di Kamut, era da un po’ che volevo provarla, così ho deciso di portarla a casa e vedere come stava insieme al mio lievito madre e magari qualche spezia, per rendere il pane un po’ più profumato e primaverile.

Questa mattina ho cominciato ad impastare e…bè il risultato è stato veramente buono, questa farina rende l’impasto più morbido e leggero, esaltando il sapore delle spezie.

Per circa 20 panini vi serviranno:

1 kg di Farina di Kamut

300 gr di Lievito Madre

500 gr di Acqua

Basilico q.b.

Origano q.b

Peperoncino q.b.

Aglio e Peperoncino secchi q.b.

Sale q.b

Per Cominciare:

Sciogliete il lievito madre nell’acqua (meglio se leggermente tiepida), poi unite la farina di kamut, il sale e cominciate ad impastare, quando avrete ottenuto un panetto omogeneo, tagliatelo in 4 parti, in ogni panetto che avrete formato unite un tipo di spezia ed impastate, in modo tale da ottenere 4 panetti dai sapori diversi (ovviamente potete farne più di 4 e con spezie diverse).

Mettete ogni panetto in una ciotola che avrete precedentemente unto con olio (in questo modo l’impasto si staccherà bene una volta lievitato e non subirà traumi), coprite con la pellicola e lasciate lievitare fino a quando non avrà raddoppiato di volume.

Una volta lievitati, prendete gli impasti e formate dei piccoli panini che metterete sulla teglia a lievitare per un’altra mezz’ora circa e poi informate in forno statico molto alto (io lo metto al massimo:250°C) e cuocete per 30/40 minuti, o fino a quando non saranno dorati (regolatevi con la doratura dei panini, perché il tempo della cottura dipende molto anche dalla loro dimensione).

Sfornate e…mangiate!!!

Consiglio della Pepper: Se non avete il Lievito madre potete usare il lievito di birra, 15 gr sciolti in un bicchiere di acqua tiepida sono più che sufficienti, facendo attenzione però a non mettere il sale a contatto con il lievito, se usate questo lievito infatti, il sale va messo, insieme ad un pugno di farina, verso la fine, quando comunque la farina avrà già incorporato il lievito di birra, in modo tale da non compromettere la lievitazione dell’impasto.

Advertisements